PORLEZZA

Riqualificazione del lungolago

1999  /  2007

 

1/15

Dalla distinzione all’unificazione delle superfici pavimentate.

Il tema è stato la ricerca di una connessione tra gli spazi che creasse un filo conduttore riconoscibile nell’intera area di intervento.

Caratterizzato pertanto per la semplicità dell’idea compositiva costituita da una “ossatura” a formare una sorta di colonna vertebrale che scandisce gli spazi a partire dal centro storico sino al giardino di testa, presenta una serie di elementi a scala urbana (il “faro”, la struttura di copertura all’attracco dei battelli, le pergole) ed elementi di finitura e di arredo appositamente studiati per aggiungere qualità allo spazio pubblico.

Uno dei temi cardini è stato la risoluzione dei problemi indotti dalla presenza della strada statale nel tratto prospiciente il centro storico o quantomeno di un’apprezzabile riduzione dell’impatto ambientale di tale arteria di passaggio veicolare.

Il progetto coinvolge una parte della superficie della statale nella sistemazione complessiva, attraverso la riduzione del calibro al minimo imposto dalle norme ed eliminando i posteggi su entrambi i lati della carreggiata (lasciando solamente quelli di servizio: carico e scarico, emergenza, disabili e taxi)

La strada entra nella percezione visiva del passante come elemento integrato nel resto delle pavimentazioni.

L’attenzione al paesaggio naturale quale attore primo della ricerca progettuale, avviene soprattutto nel giardino di testa, attraverso lo studio di una serie di accorgimenti per ricreare un nuovo contatto con il paesaggio.

Trasformando in area verde il precedente posteggio,  la passeggiata di lungolago trova una continuità sino alla foce del fiume Rezzo dove il progetto crea un punto terminale di arrivo. Prima dell’intervento tale zona appariva  uno spazio marginale, privo di energia.  Un leggero piano inclinato verso il lago riduce la percezione del parapetto metallico e connette lo sguardo dal piano inerbito allo specchio d'acqua lacuale.

Publication

 

Details

1/1
 

<  Back to projects